Festa di Sant'Agata Catania
Ricerca
  • Non hai un segnalibro.

La tua lista dei desideri: 0 annunci

Registrati

Festa di Sant’Agata Catania

  • Visto - 23

Description

La Festa di Sant’Agata è la più importante festa religiosa della città di Catania e la terza festa religiosa più importante al mondo. Si svolge tutti gli anni dal 3 al 5 febbraio e il 17 agosto. Si tratta di una grande festa, misto di fede e di folklore.
Ancora prima che la Festa abbia inizio vedrete lungo tutte le vie del centro storico ed alcune zone periferiche della città, riconoscibili grazie alla loro andatura ed alla loro indistinguibile “balletto” le dodici candelore (o cerei) di Sant’Agata.
Un tempo, quando mancava l’illuminazione elettrica, le candelore avevano la funzione di illuminare il passo ai partecipanti alla processione.
Pesanti dai 400 ai 900 chili e portate a spalla, a seconda del peso, da 4, 8, 10 o 12 uomini, costruite in legno con colori e con stili differenti, rappresentano le arti e i mestieri.

3 Febbraio La Processione:
Il primo giorno è riservato all’offerta delle candele. Una suggestiva usanza popolare vuole che i ceri donati siano alti o pesanti quanto la persona che chiede la protezione. Alla processione per la raccolta della cera, un breve giro dalla fornace alla cattedrale, partecipano le maggiori autorità religiose, civili e militari.. Questa prima giornata di festa si conclude in serata con un grandioso spettacolo di giochi pirotecnici in piazza Duomo. I fuochi d’artificio durante la festa di sant’Agata, oltre a esprimere la grande gioia dei fedeli, ricordano che la patrona fu martirizzata sulla brace.
4 Febbraio Il primo incontro con la Santa
La vera festa religiosa ha però inizio la mattina del 4 febbraio con la Messa dell’Aurora, quando il busto reliquiario di Sant’Agata dopo un anno di attesa per tutta la città viene portato fuori dalla stanza che lo ha custodito, e “consegnato” ai devoti che lo porteranno in processione. Il fercolo attraversa i luoghi del martirio e ripercorre le vicende della storia della Santuzza, che si intrecciano con quella della città: il duomo, i luoghi del martirio, percorsi in fretta, senza soste, quasi a evitare alla santa il rinnovarsi del triste ricordo. Il percorso esterno della città che si concluderà con il rientro nella Basilica Cattedrale in tarda notte, spesso alle prime luci dell’alba.
5 Febbraio Sant’ Agata
AI tramonto ha inizio la seconda parte della processione che si snoda per le vie del centro di Catania, attraversando anche il “Borgo”. Il momento più atteso è il passaggio per la via di San Giuliano, che per la pendenza è il punto più pericoloso di tutta la processione. All’alba del giorno 6, il Fercolo con le reliquie giunge in via Crociferi. E’ il momento in cui la Santa saluta la città prima della conclusione dei festeggiamenti. Per tutta la notte, migliaia di cittadini in camice bianco sfidano il freddo della notte, gridando “Viva Sant’Agata”, in un momento denso di magia e spiritualità.
A questo punto, mentre improvvisamente l’atmosfera si fa silenziosa, si eleva il canto angelico delle monache di clausura della Chiesa San Benedetto di via crociferi.
Nella mattinata del 6 febbraio la Santa fa rientro nella Cattedrale di Catania.

Che giorno è la festa di Sant'Agata a Catania?
  • Si svolge tutti gli anni il 3-4-5 febbraio.
Com'è morta Sant'Agata?
  • Agata fu messa su un letto di tizzoni ardenti, durante la quale mentre il corpo di Agata veniva martoriato dal fuoco, il velo rosso, simbolo della sua consacrazione a Dio, non bruciava. Dopo il supplizio, Agata morì in carcere il 5 febbraio 251.
Dove è nata S Agata?
  • A Catania intono al 230 D.C.

Aggiungi recensione